Warning: session_start(): Cannot send session cookie - headers already sent by (output started at /home/content/53/7830053/html/myrising/index.php:2) in /home/content/53/7830053/html/myrising/wp-content/plugins/unyson/framework/helpers/class-fw-flash-messages.php on line 241

Warning: session_start(): Cannot send session cache limiter - headers already sent (output started at /home/content/53/7830053/html/myrising/index.php:2) in /home/content/53/7830053/html/myrising/wp-content/plugins/unyson/framework/helpers/class-fw-flash-messages.php on line 241
4 modi per migliorare l’autostima nello sport (e non solo) | Associazione Freedom

4 modi per migliorare l’autostima nello sport (e non solo)

- 24 Ottobre 2016

Il termine “autostima”, per quanto possa sembrare ovvio, può  avere molti significati, e può riferirsi ad un gran numero di differenti aspetti di se stessi.

Alcuni studiosi distinguono infatti “autostima globale” ed “autostima specifica”, definendo la prima come un giudizio complessivo sul proprio valore e la seconda come un giudizio che riguarda un particolare settore autovalutativo (es. fisico, intellettuale, morale, sociale).

Chi pratica sport, diverse volte si sarà trovato a fare i conti con questi aspetti.

Come migliorare l’autostima?

  1. Assegnare “selettivamente” importanza a quegli scopi che siamo in grado di raggiungere:

    dunque non porsi obiettivi troppo impegnativi, che difficilmente riusciremo a soddisfare, con un conseguente abbassamento di autostima.

 

darts-155726_960_720

2. Non attribuirsi tutta la colpa di un insuccesso, riconducendolo esclusivamente alla propria incapacità:

non sempre la colpa dei nostri insuccessi è dovuta alla nostra incompetenza, ma possono essere intervenute anche altre cause esterne indipendenti da noi.

 

woman-1006102_960_720

3. Non valutarsi in maniera troppo rigida:

nel caso in cui si è costretti ad attribuire i propri fallimenti esclusivamente a cause interne, non considerarle come stabili (es. incapacità, instabilità), ma come transitorie (es. stanchezza, indisposizione)

 

rimproveri-capo

 

4. Ridimensionare l’importanza degli insuccessi:

non bisogna dare troppa importanza ad un fallimento considerandolo come prova del proprio scarso valore.

 

superman-1722753_960_720

 

 

bibliografia: D. De Gaspari- A. Daino “Autostima e tennis: uno strumento per sperimentare”



//